Gli Outsiders vincono il Festival dei giovani aironi

Gaia e Francesco frequentano il nostro Istituto e la loro esibizione con gli Outsiders è stata apprezzata, un paio di mesi fa, nel corso della “Notte della moda”. Ora hanno raggiunto un traguardo importante su cui costruire il loro progetto musicale.

Il gruppo, sbarcato a Vercelli la scorsa settimana per partecipare al “Festival Giovani Aironi”, un concorso rivolto a band emergenti under 35 e finalizzato alla loro crescita musicale, ha infatti portato a casa una straordinaria vittoria.  

Gli Outsiders sono una band giovanissima, composta da 5 ragazzi di età compresa tra i tredici e i sedici anni: Gaia Neggia, 16 anni, la cantante, che da un anno si dedica anche allo studio del pianoforte; Davide Tessarin, 16 anni, alla chitarra elettrica; Elia Ruffa, 16 anni, ancora alla chitarra elettrica; Camilla Ferraris, 15 anni, al basso e Francesco Banderè, 13 anni, batterista e chitarrista.  Tutti sono da anni allievi di “Sonoria”, la scuola di musica con sede a Cossato e, due anni fa, durante uno dei tanti laboratori, si sono messi  alla prova per imparare a suonare in gruppo:  così  sono nati gli Outsiders.

Da poco hanno composto il loro primo inedito, intitolato “NO BACK” il cui messaggio fondamentale è questo: “NON VOLTATEVI A GUARDARE INDIETRO: CIÒ CHE È STATO È STATO E NON PUÒ PIÙ ESSERE MODIFICATO. PENSATE AD OGGI, AD ORA, A CIÒ CHE POTETE FARE…. E FATELO!”.  Con queste parole, i ragazzi gridano al mondo che è importante lasciarsi alle spalle il passato e guardare solo al futuro.

Ed è proprio con questo pezzo che hanno vinto il “Festival Giovani Aironi”, sfidandosi con una ventina di altre band, per aggiudicarsi il premio finale, ovvero la registrazione del primo singolo e la sua diffusione sulle principali piattaforme di diffusione; tre mesi di ufficio stampa e la diffusione nelle principali radio locali, come radio Sanremo, e la partecipazione al programma radiofonico “La mia valigia racconta”, che attendiamo di ascoltare su R24!

Please follow and like us:
error